HomeBeppe Fenoglio- Le Opere • L’imboscata

L’imboscata

Il partigiano Milton è il protagonista di Frammenti di romanzo [1] (1978), libro incompiuto, ma delineato chiaramente nella sua forma essenziale.
Il personaggio è freddo e determinato; compie azioni isolate, ostentando un’evidente superiorità nei confronti dei compagni.
A differenza di Johnny, non prova pietà per il nemico, perché tutte le sue energie sono finalizzate alla riconquista della libertà: “Credo proprio che una vera pace non ci sia mai stata. Il mondo è sempre stato ammalato ma dopo questa guerra avrà una vera salute, una vera pace, e durerà fino alla fine dei secoli” [2].
Milton è implacabile e, pur di uccidere un fascista, ricorre a qualsiasi mezzo: i sentimenti privati non contano.
La maestra Edda, colpevole di aver ceduto alla passione per il tenente Goti, è solo uno strumento di cui il protagonista si serve per attuare la sua vendetta. Egli conquista l’attenzione e l’amore della donna, con l’unico scopo di attuare il suo piano. Ma, tradito da un compagno, viene ucciso: “Milton galleggiava supino, a due metri dall’altra riva, a quindici dal barcone. Un gorgo lo afferrò e lo fece ruotare dolcemente tre volte”[3].

Ricerca nella sezione

cerca in ordine alfabetico

a
b
c
d
e
f
g
h
i
j
k
l
m
n
o
p q
r
s
t
u
v
w
x
y
z