HomePatrimonio artistico- Scultura • Fontana Giovanni Ferrero

Fontana Giovanni Ferrero

Alba, Piazza Savona

Il catino centrale della fontana Ferrero è rivestito di marmo rosa e riporta nella fascia alta la dedica a Giovanni Ferrero, mentre in basso corre il motivo decorativo recante i quattro simboli degli Evangelisti, le cui iniziali formano il nome Alba: l'Angelo, il Leone, il Bue e l'Aquila.
Il rilievo realizzato nel 1958 dallo scultore Angelo Grilli non è purtroppo leggibile nella sua totalità, poiché l'erosione dovuta allo scorrere dell'acqua, sta lentamente levigando le figure. Le quattro formelle presentano tracce di muffa verde, che copre i rilievi e che lasciano appena intravedere la forma sottostante, i simboli degli Evangelisti sono stilizzati e riempiono il riquadro che li ospita in lungo e in largo, alternandosi ai pannelli lisci, privi di decorazione. Questa impostazione cadenza ritmicamente la fontana, alternando spazi pieni a quelli vuoti decorati, in un gioco di luce e ombra.
La fontana luminosa è stata inaugurata il primo maggio 1959, dono alla città da parte di Ottavia Amerio Ferrero, che l'ha dedicata alla memoria del marito Giovanni.
Angelo Grilli (Pavia 1932), scultore per tradizione familiare, fu iniziato all'arte plastica in giovane età proprio dal padre Vittorio, noto scultore. Affianca agli studi umanistici, quelli presso diverse scuole, tra cui l'Accademia d'Arte Cignaroli di Verona. Egli plasma materiali diversi dal marmo, al bronzo, alla pietra, alla fusione in lega, alla coniazione in lega e per apprendere le più svariate tecniche viaggerà molto in soggiorni di studio. Lo ritroviamo ad Alba nel 1982, quando realizzerà il Trittico d'oro per gli anziani dell'azienda Ferrero e nella stessa occasione allestisce presso la Biblioteca civica la mostra personale Dalla Terra per l'Uomo. Grilli è considerato tra i migliori medaglisti a livello mondiale.

Bibliografia

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a
b
c d e f g
h
i
j
k
l m
n
o
p
q
r
s
t
u
v
w
x
y
z