HomePatrimonio artistico- Architettura • Torre Astesiano

Torre Astesiano

La base della torre è rimasta a filo della strada in quanto la strettoia della contrada al Tanaro, in questo tratto, non avrebbe permesso la crescita di portici sul fronte verso la via.
La torre è stata inglobata soltanto in un secondo tempo alla casa, alla quale è ora inscindibilmente collegata. La base, ristrutturata integralmente, pur non intaccando lo spessore delle mura, è diventata l'androne dell'edificio, mentre ai due piani superiori è parte dei normali abitanti residenziali. Una scaletta raggiunge il terzo piano, presente soltanto nella torre, l'ultimo a cui sia possibile accedere. Quest'ultimo ambiente non riceve più luce direttamente e la torre che si innalza al di sopra ha soltanto più una finestrella a nord, che pare aperta o allargata in epoca successiva alla costruzione.
In cima, la torre perde il suo carattere strettamente difensivo, si apre in una specie di loggiato con grandi finestroni ad arco a tutto sesto con strombatura a gradini, ora parzialmente murati, sui quattro lati. Queste finestre ricalcano nella forma e nel gusto quelle, più numerose, della torre Sineo e lasciano, quindi, presumere una contemporaneità o prossimità di epoca di costruzione, l'assoluta mancanza di documenti lascia spazio ad una datazione puramente ipotetica: la fine del XII secolo o l'inizio del XIII può essere il periodo di più probabile edificazione.
Una cornice di mattoni in risalto, leggermente danneggiata, ripetuta per tre volte, crea due campi che contengono rispettivamente i finestroni e una decorazione anch'essa in mattoni in rilievo, ripetuta sui quattro prospetti.
Si tratta di quattro doppi rombi concentrici (uno per lato), con funzione puramente decorativa o di stemma signorile di riconoscimento; una decorazione di forma anch'essa romboidale si trova sulla parte alta della facciata della casa Marro, in piazza S. Giovanni.
La copertura con tetto a quattro falde è successiva alla costruzione e risale, come nel caso della torre Sineo, all'epoca della demolizione delle merlature.
L'edificio che avvolge la torre non offre particolari indizi per ricostruirne la storia, ma l'utilizzazione della base della torre, la problematica sistemazione degli ambienti di servizio, denunciano una graduale sovrapposizione di interventi edilizi, succedutisi nel tempo sino all'Ottocento, sopra un impianto probabilmente tardo medioevale.
La tipologia di partenza era l'abitazione-laboratorio del civis medioevale con bottega e retro-bottega al piano terreno, abitazione e cucina ai piani superiori. Solo in epoca successiva il sistema di distribuzione ai vari piani venne poi sostituito da vani scala in muratura, ricavati con successivi interventi edilizi.
Le volte dell'androne sotto la torre e nel locale successivo sono di gusto cinquecentesco, di notevole ricercatezza, stanno a dimostrare il radicale mutamento di destinazione intervenuto in quest'epoca con la trasformazione in residenza signorile, il catasto della prima metà del XVII secolo definisce il complesso come palazzo con torre e cortile di proprietà dei fratelli Cantone. Nel 1769 era di proprietà della famiglia Barattieri e, per il Catasto napoleonico, di Maria Cantalupo.
Il Theatrum Sabaudiae, che riporta questa torre, anche se non nella sua precisa posizione a filo della strada, ne suggerisce pur in modo vago la decorazione a rombi concentrici. La tela del Palazzo Comunale la riporta con numerose finestrelle, allontanandosi dalla realtà.
Di pianta leggermente rettangolare (m. 6,5 x 5,5 ca.), la torre si sviluppa in altezza per più di 30 m., poco meno della torre Sineo.
Le murature hanno un spessore di oltre 1 m. e sono state sensibilmente intaccate da numerose aperture nella parte inferiore.

Bibliografia

Architettura

Villaggio FerreroMagazzini MiroglioEdificio adibito a laboratori e locali di vendita sacriComplesso EnelSede della Gazzetta d'AlbaCasa AngelaCasa in via GovoneCasa ad appartamenti (Alba, corso Europa)Casa ad appartamenti (Alba, strada Cauda)Edificio di abitazione, uffici e commercioComplesso ResidenzialeComplesso Residenziale Alba VerdeCasa in corso AlberioneCasa in via San PaoloPalazzo in via Vittorio EmanueleCasa RevelloPalazzetto di via BelliCasa BolmidaCasa di via GiraudiCasa in piazzetta Pietro MiccaCasa VaraldiPalazzi in via RomaPalazzo in piazza SavonaEdificio in corso ItaliaCasa BerguiCasa in via XX SettembreChiesa di San CassianoChiesa ParrocchialeChiesa di Cristo ReChiesa del Divin MaestroComplesso dell'Opera Pia di San Paolo e TempioSantuario della MorettaCentro per incontri religiosiOratorio annesso al Santuario della MorettaMotel AlbaCascina AdelaideCasa di Riposo OttolenghiAzienda per la lavorazione dei marmiEdificio commercialeFondazione FerreroTribunaleBanca di Credito CooperativoEdificio multiusoConvitto CivicoCampanile del Santuario della MorettaPalestra all'interno del complesso della MaddalenaCassa di Risparmio di Cuneo (Nuova sede) - B.R.E.Edificio rimessa autocorriereSeminario Minore, ora scuola media VidaCasa SansoldiCasa DegiacomiPalazzo MermetPalazzo Porro, poi Calissano, oggi sede della B.R.E.Casa MulassanoCasa AllianaCasa Burdese - Casa DacomoCasa in via Elvio PertinaceDuomo di Alba - il restauroSeminario vescovileLavatoio pubblicoMattatoioScuola materna città di AlbaTettoia per il mercatoScuola agraria enologicaTribunale civile e correzionaleGiardino pubblico della stazioneScuole elementari maschili (ex convento della Maddalena)Caserma GovoneManica della via maestra dell'ex convento della MaddalenaStazione ferroviariaPiazza Elvio Pertinace - trasformazione Sferisterio, oggi Sferisterio MermetCimitero urbanoPalazzo Comunale - interventiTeatro Sociale Piazza Risorgimento - riplasmazione delle strutture medievali Piazza Savona Casa per anzianiScuola agraria enologica - Cantine Viali di circonvallazione Ponte sul fiume TanaroCastello di Serralunga d'AlbaTorre di Santa Vittoria d'AlbaCastello di RoddiCastello di Pezzolo Valle Uzzone, frazione GorrinoTorre di Perletto Torre di Niella BelboTorre di MurazzanoCastello di Monticello d'AlbaCastello di Monteu RoeroTorre di Montaldo RoeroCastello di MontàCastello di MonesiglioCastello di MangoCastello di Magliano AlfieriCastello di GuareneCastello di Grinzane CavourCastello di GovoneCastello di CravanzanaCastello di CortemiliaTorre di Corneliano d'AlbaTorre di CherascoCastelrosso di CherascoCastello Visconteo di CherascoCastello di Castiglione FallettoCastello di CastellinaldoTorre di CanaleCastello di CanaleTorre di Camerana frazione VillaComplesso albertino di Bra, PollenzoCastello di BorgomaleCastello di BenevelloCastello di Barolo, La VoltaCastello di BaroloCastello di BarbarescoTorre di BarbarescoTorre di Albaretto della TorreCasa Deabbate o AllianaCasa Giuliano, detta Loggia dei Mercanti, o casa SaccoCasa Paglieri o CantalupoCasa Fontana o Casa DoPalazzo Govone CarattiCasa-torre CapelloCasa-torre MarroCasa-torre RivaTorre DegiacomiTorre MontaldoTorre NegriTorre del palazzo BelliTorre e palazzo SerralongaTorri del palazzo MermetTorre e casa Parrussa (o Paruzza)Torre RavinaleTorre DemagistisTorre BoninoTorre AstesianoTorre e casa Sineo

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e f g
h
i
j
k
l m
n
o p
q
r
s t
u
v
w
x
y
z