HomePatrimonio artistico- Architettura • Castello di Serralunga d'Alba

Castello di Serralunga d'Alba

E' l'indiscusso gioiello della castellologia cuneese, non forse il più noto in assoluto, ma certo uno dei più notevoli non solo del Piemonte ma di tutto il territorio nazionale. E ciò non per le dimensioni, che sono tutto sommato abbastanza modeste, la splendida posizione panoramica in cui si trova ne amplifica l'effetto, sia dalla vista da lontano che al suo interno, ma per la sua perfezione architettonica e per l'ottimo stato di conservazione.
E, anche, per le sue caratteristiche tipologiche, abbastanza eccezionali per l'area in questione, non molto frequenti nemmeno sul più vasto territorio italiano.
Innanzitutto, la storia. Il luogo su cui sorge il castello era già fortificato in epoca antica, sia pure soltanto con una torre. Essa esisteva già nel XII secolo (1190), quando Manfredo di Saluzzo acquistò Serralunga da Ottone Del Carretto, che l'aveva in feudo da Bonifacio Minore, discendente di Bonifacio del Vasto. Nel 1340, quando la proprietà passò dai Saluzzo ai Falletti, importante famiglia signorile della Langhe, la torre venne abbattuta e il nuovo proprietario, Pietrino Falletti, cui poi successe nell'opera il figlio Goffredo II, eresse al suo posto la costruzione attuale, quella cioè che è giunta, con minime modifiche, ai nostri giorni; senza portarci il ricordo di grandi fatti d'arme o di cronaca che l'avrebbero più o meno profondamente segnata, ma permettendoci di gustare il fascino e il modo di vita di una società tardo gotica che ebbe in Piemonte, assai più che nel resto della Penisola, uno splendore particolare. La costruzione, per diretto interessamento dall'allora presidente della repubblica italiana, Luigi Einaudi, venne affidata alla proprietà e alla tutela dello stato che, dopo gli opportuni restauri, a cura della Soprintendenza torinese, ne garantisce la visita e il mantenimento.
Quanto al suo impianto, è forse sbagliato, o almeno eccessivamente semplificativo, definirlo, "castello". La sua struttura, in effetti, è abbastanza vicina a quella che in Francia si chiama donjon: un'abitazione feudale non circondata da fortificazioni, ma costituente essa stessa un elemento forte, insomma un poderoso torrione racchiudente nella sua struttura massiccia gli ambienti abitativi e di rappresentanza del signore, generalmente un ambiente per piano. Una via di mezzo, dal punto di vista cronologico oltre che tipologico, tra la torre e il castello, che, frequente Oltralpe, risulta abbastanza rara da noi. E tuttavia questo grosso torrione compare qui non da solo, ma come elemento centrale a sua volta difeso da altre torri. Curiosamente, sono tutte diverse tra loro: una è quadrilatera, l'altra tonda e la terza, pure tonda, è però pensile. Diversa è anche la loro altezza, ciò che conferisce all'insieme dell'edificio, pur così semplice quanto a concezione generale, un profilo quanto mai vario secondo le angolazioni da cui è visto.
Al di là del movimento di massa creato dalle torri, nessun altro ornamento appare nel castello, se non le fasce di archeggiature cieche, tre sotto le merlature e una appena sotto l'imposta della torricella pensile, a marcare la quota del secondo paino. Poche bifore danno luce ai grandi stanzoni della costruzione; la ripartizione interna dell'edificio è infatti semplicissima: tutto lo spazio è occupato da tre enormi vani, collegati da una scala a chiocciola che si sviluppa all'interno della torre cilindrica. Nessuna finestra al piano terreno, il più esteso agli attacchi, ad eccezione di qualche apertura di servizio, due grandi bifore al primo, tre al secondo, adibito ad abitazione del signore ed era il più lontano da eventuali offese.
Completava il complesso un fossato, colmato agli inizi del Cinquecento, quando al castello vennero aggiunti, vicino alla torre quadrata, un magazzino a due piani, in cui ricoverare i raccolti di pertinenza signorile, e una cappella, tuttora esistente, con il caratteristico campanile a cuspide. Quanto agli accorgimenti difensivi, oltre al fossato, all'eccezionale altezza dell'edificio, che in questo particolare risente della sua origine in epoca gotica, alle torri e alla merlatura che ne termina i tetti, c'era un ingresso difeso da una semplice saracinesca, protetto da un ponte levatoio scomparso insieme al fossato.
L'insieme, ben conservato, con all'interno alcuni pregevoli e monumentali camini antichi, fu restaurato di tutto punto nel 1950, e aperto alla vista. Eccezionale, tale da valere da sola il viaggio, la posizione paesaggistica, con il paese disposto a cerchi concentrici attorno al Castello e una strada che lo raggiunge percorrendo il crinale della collina.

Bibliografia

Architettura

Villaggio FerreroMagazzini MiroglioEdificio adibito a laboratori e locali di vendita sacriComplesso EnelSede della Gazzetta d'AlbaCasa AngelaCasa in via GovoneCasa ad appartamenti (Alba, corso Europa)Casa ad appartamenti (Alba, strada Cauda)Edificio di abitazione, uffici e commercioComplesso ResidenzialeComplesso Residenziale Alba VerdeCasa in corso AlberioneCasa in via San PaoloPalazzo in via Vittorio EmanueleCasa RevelloPalazzetto di via BelliCasa BolmidaCasa di via GiraudiCasa in piazzetta Pietro MiccaCasa VaraldiPalazzi in via RomaPalazzo in piazza SavonaEdificio in corso ItaliaCasa BerguiCasa in via XX SettembreChiesa di San CassianoChiesa ParrocchialeChiesa di Cristo ReChiesa del Divin MaestroComplesso dell'Opera Pia di San Paolo e TempioSantuario della MorettaCentro per incontri religiosiOratorio annesso al Santuario della MorettaMotel AlbaCascina AdelaideCasa di Riposo OttolenghiAzienda per la lavorazione dei marmiEdificio commercialeFondazione FerreroTribunaleBanca di Credito CooperativoEdificio multiusoConvitto CivicoCampanile del Santuario della MorettaPalestra all'interno del complesso della MaddalenaCassa di Risparmio di Cuneo (Nuova sede) - B.R.E.Edificio rimessa autocorriereSeminario Minore, ora scuola media VidaCasa SansoldiCasa DegiacomiPalazzo MermetPalazzo Porro, poi Calissano, oggi sede della B.R.E.Casa MulassanoCasa AllianaCasa Burdese - Casa DacomoCasa in via Elvio PertinaceDuomo di Alba - il restauroSeminario vescovileLavatoio pubblicoMattatoioScuola materna città di AlbaTettoia per il mercatoScuola agraria enologicaTribunale civile e correzionaleGiardino pubblico della stazioneScuole elementari maschili (ex convento della Maddalena)Caserma GovoneManica della via maestra dell'ex convento della MaddalenaStazione ferroviariaPiazza Elvio Pertinace - trasformazione Sferisterio, oggi Sferisterio MermetCimitero urbanoPalazzo Comunale - interventiTeatro Sociale Piazza Risorgimento - riplasmazione delle strutture medievali Piazza Savona Casa per anzianiScuola agraria enologica - Cantine Viali di circonvallazione Ponte sul fiume TanaroCastello di Serralunga d'AlbaTorre di Santa Vittoria d'AlbaCastello di RoddiCastello di Pezzolo Valle Uzzone, frazione GorrinoTorre di Perletto Torre di Niella BelboTorre di MurazzanoCastello di Monticello d'AlbaCastello di Monteu RoeroTorre di Montaldo RoeroCastello di MontàCastello di MonesiglioCastello di MangoCastello di Magliano AlfieriCastello di GuareneCastello di Grinzane CavourCastello di GovoneCastello di CravanzanaCastello di CortemiliaTorre di Corneliano d'AlbaTorre di CherascoCastelrosso di CherascoCastello Visconteo di CherascoCastello di Castiglione FallettoCastello di CastellinaldoTorre di CanaleCastello di CanaleTorre di Camerana frazione VillaComplesso albertino di Bra, PollenzoCastello di BorgomaleCastello di BenevelloCastello di Barolo, La VoltaCastello di BaroloCastello di BarbarescoTorre di BarbarescoTorre di Albaretto della TorreCasa Deabbate o AllianaCasa Giuliano, detta Loggia dei Mercanti, o casa SaccoCasa Paglieri o CantalupoCasa Fontana o Casa DoPalazzo Govone CarattiCasa-torre CapelloCasa-torre MarroCasa-torre RivaTorre DegiacomiTorre MontaldoTorre NegriTorre del palazzo BelliTorre e palazzo SerralongaTorri del palazzo MermetTorre e casa Parrussa (o Paruzza)Torre RavinaleTorre DemagistisTorre BoninoTorre AstesianoTorre e casa Sineo

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e f g
h
i
j
k
l m
n
o p
q
r
s t
u
v
w
x
y
z