HomePatrimonio artistico- Architettura • Santuario della Moretta

Santuario della Moretta

Il Santuario di Nostra Signora della Moretta si trova nella periferia di Alba, all'inizio della statale che dalla città parte in direzione di Savona. Il Santuario sorge laddove, per opera di un cittadino albese, Giovanni Antonio Marengo, nel 1685 era sorto un pilone dedicato alla Vergine della Moretta. La sua denominazione è dovuta al fatto che questo pilone ne riprende un altro, già esistente nel paese di Moretta, all'incrocio della vecchia strada per Diano con quella per Savona. Simbolo a protezione del bestiame e della terra, viene immediatamente inserito all'interno di un piccolo complesso ecclesiastico divenuto in breve tempo meta di pellegrinaggi, ancora oggi testimoniati dai numerosi ex-voto presenti. La Cappella viene acquistata nel 1901 dagli Oblati di san Giuseppe, un Istituto religioso fondato ad Asti nel 1878 da san Giuseppe Marello, poi vescovo di Acqui e morto in giovane età. La presenza di una piccola comunità di religiosi accresce la devozione per la Vergine, e per queste ragioni, all'inizio del secolo, viene presa la decisione di costruire un nuovo santuario, più prestigioso e soprattutto più capiente. Il nuovo edificio viene disegnato dall'ingegner Giuseppe Gualandi di Bologna. Il progetto della nuova struttura, realizzata in mattoni a vista, è in uno stile bizantineggiante, inedito nell'area albese, che sta però diventando comune in altre aree geografiche, assecondando gli indirizzi di una cultura eclettica di ritorno. Il complesso presenta un importante ingresso porticato ed è voltato con una cupola emisferica. Il disegno della pianta è reso più articolato da una serie di cappelline circolari anch'esse coperte da semicupole minori, che circondano lo spazio centrale. L'interno della chiesa è riccamente decorato: i sostegni delle volte presentano fasce bicrome di diversi colori; i capitelli corinzi e molti partiti decorativi sono realizzati con stucchi dorati; le aperture sono di vetro colorato.
I lavori iniziati nel 1905, durano circa tre anni. Il nuovo Santuario viene consacrato il 30 agosto 1908, e nel 1909 viene inserito l'originario Pilone. Nel 1935 viene realizzato il campanile, sempre su progetto del Gualandi (cfr. scheda della Moretta).
Giuseppe Gualandi, bolognese, proveniente da una famiglia di ingegneri, è prevalentemente un progettista di edifici religiosi. E' nipote dei fratelli Cesare e Giuseppe Gualandi, fondatori dell'Opera omonima e della Piccola Missione per i sordomuti di Bologna. Muore nel 1944.

Bibliografia

Architettura

Villaggio FerreroMagazzini MiroglioEdificio adibito a laboratori e locali di vendita sacriComplesso EnelSede della Gazzetta d'AlbaCasa AngelaCasa in via GovoneCasa ad appartamenti (Alba, corso Europa)Casa ad appartamenti (Alba, strada Cauda)Edificio di abitazione, uffici e commercioComplesso ResidenzialeComplesso Residenziale Alba VerdeCasa in corso AlberioneCasa in via San PaoloPalazzo in via Vittorio EmanueleCasa RevelloPalazzetto di via BelliCasa BolmidaCasa di via GiraudiCasa in piazzetta Pietro MiccaCasa VaraldiPalazzi in via RomaPalazzo in piazza SavonaEdificio in corso ItaliaCasa BerguiCasa in via XX SettembreChiesa di San CassianoChiesa ParrocchialeChiesa di Cristo ReChiesa del Divin MaestroComplesso dell'Opera Pia di San Paolo e TempioSantuario della MorettaCentro per incontri religiosiOratorio annesso al Santuario della MorettaMotel AlbaCascina AdelaideCasa di Riposo OttolenghiAzienda per la lavorazione dei marmiEdificio commercialeFondazione FerreroTribunaleBanca di Credito CooperativoEdificio multiusoConvitto CivicoCampanile del Santuario della MorettaPalestra all'interno del complesso della MaddalenaCassa di Risparmio di Cuneo (Nuova sede) - B.R.E.Edificio rimessa autocorriereSeminario Minore, ora scuola media VidaCasa SansoldiCasa DegiacomiPalazzo MermetPalazzo Porro, poi Calissano, oggi sede della B.R.E.Casa MulassanoCasa AllianaCasa Burdese - Casa DacomoCasa in via Elvio PertinaceDuomo di Alba - il restauroSeminario vescovileLavatoio pubblicoMattatoioScuola materna città di AlbaTettoia per il mercatoScuola agraria enologicaTribunale civile e correzionaleGiardino pubblico della stazioneScuole elementari maschili (ex convento della Maddalena)Caserma GovoneManica della via maestra dell'ex convento della MaddalenaStazione ferroviariaPiazza Elvio Pertinace - trasformazione Sferisterio, oggi Sferisterio MermetCimitero urbanoPalazzo Comunale - interventiTeatro Sociale Piazza Risorgimento - riplasmazione delle strutture medievali Piazza Savona Casa per anzianiScuola agraria enologica - Cantine Viali di circonvallazione Ponte sul fiume TanaroCastello di Serralunga d'AlbaTorre di Santa Vittoria d'AlbaCastello di RoddiCastello di Pezzolo Valle Uzzone, frazione GorrinoTorre di Perletto Torre di Niella BelboTorre di MurazzanoCastello di Monticello d'AlbaCastello di Monteu RoeroTorre di Montaldo RoeroCastello di MontàCastello di MonesiglioCastello di MangoCastello di Magliano AlfieriCastello di GuareneCastello di Grinzane CavourCastello di GovoneCastello di CravanzanaCastello di CortemiliaTorre di Corneliano d'AlbaTorre di CherascoCastelrosso di CherascoCastello Visconteo di CherascoCastello di Castiglione FallettoCastello di CastellinaldoTorre di CanaleCastello di CanaleTorre di Camerana frazione VillaComplesso albertino di Bra, PollenzoCastello di BorgomaleCastello di BenevelloCastello di Barolo, La VoltaCastello di BaroloCastello di BarbarescoTorre di BarbarescoTorre di Albaretto della TorreCasa Deabbate o AllianaCasa Giuliano, detta Loggia dei Mercanti, o casa SaccoCasa Paglieri o CantalupoCasa Fontana o Casa DoPalazzo Govone CarattiCasa-torre CapelloCasa-torre MarroCasa-torre RivaTorre DegiacomiTorre MontaldoTorre NegriTorre del palazzo BelliTorre e palazzo SerralongaTorri del palazzo MermetTorre e casa Parrussa (o Paruzza)Torre RavinaleTorre DemagistisTorre BoninoTorre AstesianoTorre e casa Sineo

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e f g
h
i
j
k
l m
n
o p
q
r
s t
u
v
w
x
y
z