HomePatrimonio artistico- Pittura • Madonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'Altare

Madonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'Altare

Torino, Galleria Sabauda

AUTORE
Macrino d'Alba - Gian Giacomo de Alladio

SOGGETTO
Madonna in adorazione del Bambino con angeli; i santi Giuseppe, Giovanni Battista, Gerolamo, Solutore e un donatore (Amedeo di Romagnano)

DATAZIONE
1505

UBICAZIONE ATTUALE
Torino, Galleria Sabauda

PROVENIENZA
Acquisto ad un'asta giudiziaria nel 1997

TECNICA
Tempera su tela (in origine su tavola)

La tavola rappresenta il Bambino Gesù coricato su una stuoia a terra e adorato da angeli e santi; vicino a lui tre angioletti nudi reggono i simboli della passione: uno tiene la colonna e il flagello, un altro la croce, mentre il terzo regge i chiodi e la corona di spine. Accanto al Bambino troviamo inginocchiati nella parte sinistra la Vergine Maria e San Giovanni Battista, accanto a quest'ultimo San Giuseppe in piedi, mentre sull'altro lato in ginocchio si vedono il San Gerolamo e un donatore con la mozzetta rossa dei prelati, dietro cui sta San Solutore, sulla cui aureola è scritto S. SOLVTVS, il santo indossa l'abito militare, ha il vessillo della legione tebea in una mano e nell'altra la palma del martirio. Tutto il gruppo è inserito sotto un arco cassettonato oltre il quale si apre un paesaggio in cui si riconoscono le rovine del Colosseo e le colonne del tempio dei Dioscuri; sotto la volta dell'arco, su di una cantoria sospesa in aria tre angeli adolescenti suonano e cantano. In basso, sulla sinistra, un cartiglio che riporta la firma Macrinus de Alba faciebat è apposto sull'abito di San Giovanni Battista. Ai lati dell'imbotte dell'arco durante l'ultimo restauro sono emerse due teste angeliche di fine Seicento, probabilmente aggiunte per un aggiornamento al gusto corrente.
Le visite pastorali della seconda metà del Cinquecento registrano quest'opera sull'altare di San Solutore nel Duomo di Torino, nel 1778 Vernazza la vide nella sala dell'archivio capitolare del Duomo torinese, ma già nel 1813 era in possesso di un Francese impresario de' foraggi; in quest'occasione fu probabilmente cambiata la firma MACRINVS in PERVSINVS in modo da rendere il dipinto più appetibile per il mercato collezionistico dell'Ottocento; l'opera è passata attraverso diverse collezioni europee e americane per arrivare nel 1997 alla Galleria Sabauda in seguito all'acquisto ad un'asta gudiziaria.
L'altare di San Solutore nel Duomo di Torino era di patronato dei fratelli Giovanni Antonio e Amedeo di Romagnano, la cui famiglia aveva già dato due vescovi alla cattedra episcopale torinese. Il donatore rappresentato in ginocchio dovrebbe essere proprio Amedeo, vescovo di Mondovì, infatti il suo volto denuncia una forte somiglianza con l'effige scolpita per il suo monumento funebre situato nel Duomo di Torino, scelto come luogo per la sepoltura quasi a sancire ufficialmente lo stretto legame famigliare. Il Duomo era stato voluto da Domenico della Rovere, il cui artista preferito era proprio quel Pinturicchio, presso cui Macrino si era formato e non a caso per quest'occasione l'albese rispolverò lo schema della sua opera maggiormente influenzata dalla cultura centroitaliana, cioè il dipinto astigiano del 1498; anche se qui l'inquadratura architettonica è più semplice e meno decorata, l'impostazione è più sciolta e si attenua la rigidità dei personaggi, la citazione del Colosseo è ripresa da un prototipo del Pinturicchio nell'appartamento Borgia in Vaticano, ed ancora le nubi su cui poggiano gli angeli musicanti richiamano il trono della Vergine nella pala astigiana. L'artista lascia scivolare delicatamente la luce, i colori sono intessuti di sfumature più morbide, particolarmente raffinato il manto del San Giovanni, la prova di anatomia più convincente, fino a qui realizzata. Queste differenze sono dovute al fatto che Macrino cerca di mutare il proprio linguaggio, in questo senso l'opera in esame fa da collegamento con la produzione successiva e l'evoluzione si caratterizza come un confronto con la ritrattistica leonardesca e con la produzione di Zenale per l'uso delle luci. Inoltre Macrino in questa circostanza cerca la possibilità di sbocco su di un nuovo mercato, infatti dal 1505 non ci saranno più commissioni da parte della corte casalese, orientata ad un nuovo indirizzo culturale e politico con Gugliemo IX, e non disposta ad accettare la lentezza di aggiornamento di Macrino, impreparato ad accogliere le sofisticate esigenze di Ludovico Tizzoni e Annibale Paleologo, interessati dalla maniera moderna giunta da Roma con artisti quali Eusebio e Gaudenzio Ferrari.

Bibliografia

Pittura

Le Fabbriche del vento I - IICristo invita alla sua mensaCeramiche Cascina San CassianoLa gloria dei Santi tutelari di Alba Il rapimento di Elia Il Battesimo di Gesù San Giobbe Natività di Gesù Bambino Lo sposalizio della Vergine Battesimo di Gesù Il Martirio di S. Caterina di Alessandria La Madonna addolorata Cristo morto e cinque SantiElia destato e nutrito dall'angeloS. Elia profeta e S. Eliseo in adorazione della Ss. Vergine del CarmeloL'olocausto di EliaLa Madonna con bambino e i Santi Filippo Neri e GratoLa Sacra FamigliaSan Giuseppe e San Rocco in adorazione del SS. SacramentoLa gloria di San Lorenzo martireIl miracolo di San Teobaldo Padre EternoLa Maddalena I SS. Tutelari di Alba intervengono per proteggere la città assediata La gloria della beata Margherita di SavoiaConcertinoLa ResurrezioneLa Crocifissione Cristo e la luce L'Immacolata di Bruno SandriL'Immacolata di Giorgio RamellaVia CrucisLa Vergine incoronata Madonna del Carmine e S. Simone Stock Episodi della vita di S. Martino I quattro EvangelistiLa Gloria di S. Andrea S. Pietro a Cherasco Manifesto XXV Fiera Tartufo di Alba L'Anticamera della morte Antiluna La Grande Peur Lo spazio incredulo dei dissimmetrici La Notte etrusca Caverna dell'antimateria Le mosche Opere della parrocchia SS. Pietro e Paolo La Vergine immacolata S. Francesco di Sales San Francesco riceve le stigmate La visione del crocifisso a S. Francesco Episodi Biblici con AngeliGloria del Cristo ReMadonna delle GrazieEpisodi della vita di San LorenzoDecorazione delle pareti interneCappella del BaroloLa CroceDeposizioneMadonna con Bambino e SantiSan BovoSacra FamigliaRegina degli apostoliIl primato di PietroDivin Maestro in atto docenteSposalizio mistico di Santa Caterina Madonna in adorazione del BambinoSan Francesco stigmatizzatoMadonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'AltareAdorazione del Bambino e SantiAdorazione dei pastoriL'IncoronataAndrea NovelliRitratto di Cavaliere di MaltaMadonna con Bambino e quattro Angeli - tritticoMadonna con Bambino in tronoMadonna in trono con Bambino ed angeliAutoritrattoMadonna con Bambino in trono e Santi Madonna con BambinoMadonna con il Bambino in trono

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e
f
g
h
i
j
k
l m n o p
q
r s
t
u
v
w
x
y
z