HomePatrimonio artistico- Pittura • La Notte etrusca

La Notte etrusca

Alba, Teatro Sociale G. Busca

AUTORE
Gallizio Pinot

SOGGETTO
Pittura su tela

DATAZIONE
1962

UBICAZIONE ATTUALE
Alba, Teatro Sociale G. Busca

PROVENIENZA
Galleria Martano, Torino

TECNICA
tecnica mista (tempere, pigmenti, vinavil) su tela

La grande tela fa parte del terzo ciclo pittorico di Gallizio: Le notti di cristallo, tre opere di notevoli dimensioni, che, come annuncia il titolo, indagano il mondo fantastico, rievocando la dimensione arcaica dell'uomo; sono, infatti, di cristallo perché ancora incontaminate dalla presunzione culturale della civiltà. Tuttavia le tele non fanno parte di un racconto, che si snoda fra l'una e l'altra, ma ogni opera è compiuta in sé.
Torna ancora una volta nell'esplorazione di Gallizio, la ricerca del passato remoto e primigenio dell'umanità, costante della sua produzione, durata solo dieci anni, quasi aspirasse al ritorno alla dimensione mitica e atavica dell'uomo. Viene meno il pretesto della narrazione, ciò che interessa ora all'artista è evocare nello spettatore l'incanto di un mondo perduto, ancestrale e che può appartenere soltanto al nostro inconscio. La pittura si fa dunque più eterea, pare quasi disfarsi negli spruzzi con cui il colore viene steso direttamente sulla tela. La tecnica che egli adotta per la stesura del fondo è il dripping, inventata dall'artista americano Pollock, che consiste nel fare sgocciolare il colore dall'alto, con il pennello. In questo modo, i pigmenti si disperdono con eleganza sul supporto pittorico, come polvere leggera trasportata dal vento. Cosparge la superficie della tela, il pulviscolo bianco, formato dalle gocce di colore, che lasciano trapelare le tracce di tempera sottostanti: gli azzurri, i rosa e gli ocra, evocativi dell'antica pittura etrusca. Si è trasportati in una dimensione onirica, fiabesca e nebulosa e lo sguardo si perde nello sfavillare del colore sgranato. Dalla pittura emerge un mondo lontano, visionario e alchemico, reso con grande raffinatezza stilistica e con uso poetico delle tonalità cromatiche, che paiono fluttuare leggere sulla tela. Scrive Carla Lonzi in una lettera indirizzata a Pinot del 1962: E' come se l'aria diventasse pittura, un'aria geologica, per così dire.
L'opera non è delimitata dalla cornice, che ne segnerebbe un confine fisico, ma è libera di dialogare con lo spazio, sono ancora visibili i tagli delle forbici ricavati dal grande rotolo di tela; Gallizio non rinuncia dunque alla pittura, ma supera la nozione di quadro, per allargare le potenzialità espressive dell'arte. Essa non deve essere un oggetto da guardare, fisso nel tempo, ma un elemento dinamico, in grado di coinvolgere e animare la realtà che la circonda.
Ne Il manifesto della pittura industriale Gallizio scrive: Gli uomini moderni cercheranno di abbandonare la loro grande paura, accumulata nell'idiozia del progresso [...] a contatto delle cose umili, che la natura nella sua saggezza ha conservato come controllo all'immensa superbia del cervello umano.

Bibliografia

Voci correlate

Pittura

Le Fabbriche del vento I - IICristo invita alla sua mensaCeramiche Cascina San CassianoLa gloria dei Santi tutelari di Alba Il rapimento di Elia Il Battesimo di Gesù San Giobbe Natività di Gesù Bambino Lo sposalizio della Vergine Battesimo di Gesù Il Martirio di S. Caterina di Alessandria La Madonna addolorata Cristo morto e cinque SantiElia destato e nutrito dall'angeloS. Elia profeta e S. Eliseo in adorazione della Ss. Vergine del CarmeloL'olocausto di EliaLa Madonna con bambino e i Santi Filippo Neri e GratoLa Sacra FamigliaSan Giuseppe e San Rocco in adorazione del SS. SacramentoLa gloria di San Lorenzo martireIl miracolo di San Teobaldo Padre EternoLa Maddalena I SS. Tutelari di Alba intervengono per proteggere la città assediata La gloria della beata Margherita di SavoiaConcertinoLa ResurrezioneLa Crocifissione Cristo e la luce L'Immacolata di Bruno SandriL'Immacolata di Giorgio RamellaVia CrucisLa Vergine incoronata Madonna del Carmine e S. Simone Stock Episodi della vita di S. Martino I quattro EvangelistiLa Gloria di S. Andrea S. Pietro a Cherasco Manifesto XXV Fiera Tartufo di Alba L'Anticamera della morte Antiluna La Grande Peur Lo spazio incredulo dei dissimmetrici La Notte etrusca Caverna dell'antimateria Le mosche Opere della parrocchia SS. Pietro e Paolo La Vergine immacolata S. Francesco di Sales San Francesco riceve le stigmate La visione del crocifisso a S. Francesco Episodi Biblici con AngeliGloria del Cristo ReMadonna delle GrazieEpisodi della vita di San LorenzoDecorazione delle pareti interneCappella del BaroloLa CroceDeposizioneMadonna con Bambino e SantiSan BovoSacra FamigliaRegina degli apostoliIl primato di PietroDivin Maestro in atto docenteSposalizio mistico di Santa Caterina Madonna in adorazione del BambinoSan Francesco stigmatizzatoMadonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'AltareAdorazione del Bambino e SantiAdorazione dei pastoriL'IncoronataAndrea NovelliRitratto di Cavaliere di MaltaMadonna con Bambino e quattro Angeli - tritticoMadonna con Bambino in tronoMadonna in trono con Bambino ed angeliAutoritrattoMadonna con Bambino in trono e Santi Madonna con BambinoMadonna con il Bambino in trono

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e
f
g
h
i
j
k
l m n o p
q
r s
t
u
v
w
x
y
z