HomePatrimonio artistico- Pittura • La Crocifissione

La Crocifissione

Rodello, Museo Dedalo Montali

AUTORE
Ruggeri Piero

SOGGETTO
La figura del Cristo e i due ladroni

DATAZIONE
1964

UBICAZIONE ATTUALE
Rodello, Museo Dedalo Montali

PROVENIENZA
Rodello, Museo Dedalo Montali

TECNICA
olio su tela

La pala d'altare di Piero Ruggeri conservata al Museo Dedalo Montali di Rodello, testimonia l'esperienza laboratoriale che nel 1964 vide alcuni giovani artisti, invitati dal can. Battaglino, cimentarsi con il tema dell'arte sacra. Le opere realizzate durante questo laboratorio trattano, dunque, i soggetti religiosi in chiave contemporanea, secondo il linguaggio artistico delle moderne avanguardie. Lo stile di Ruggeri accorda e riunisce le ricerche astratte e quelle informali, guardando all'espressionismo astratto americano, del quale ha saputo raccogliere e fare propria la forte carica esistenziale.
La sua pittura si materializza nelle dense pennellate, inspessite dal colore; è la materia artistica che viene sprigionata dal gesto libero ed eloquente dell'artista. Ne La crocifissione Ruggeri distribuisce il racconto in due zone narrative, una in basso, l'altra in alto, differenziate tra loro dalla diversa carica segnica che il pittore adotta. Mentre la prima fascia si presenta come un groviglio nervoso di segni prevalentemente neri attraversati da sottili tratti rossi, dai quali non trapela la forma e non filtra la luce, se non nelle poche pennellate bianche e grigie; nel secondo piano Ruggeri sfonda la bidimensionalità del supporto, allargando la prospettiva, nella larga campitura color avorio. Tre linee nere delineano le croci, al centro posta leggermente più in alto campeggia la figura del Cristo, anch'essa tracciata sinteticamente con tocchi di colore bianco avorio, appena bordata di nero. Ai suoi lati i due ladroni si presentano con corpi ricurvi, uno reca le mani al volto in segno di penitenza e la loro consistenza fisica pare sgretolarsi nelle pennellate veloci e astratte.
Opera molto intensa, che esprime forte carica di umana drammaticità e di ferocia; l'artista scava nell'intima tragedia che sia Cristo che i ladroni vivono, anche se la figura di Gesù pare elevarsi in una dimensione celeste che sublima l'offesa subita. Segno gesto e materia sono le componenti principali dell'arte di Ruggeri, amalgamate in tele fortemente emotive, che esprimono, anzi urlano sentimenti e pulsioni interiori. In questa tela l'artista adotta due soli colori, il bianco e il nero, fatta eccezione per leggere pennellate sabbia, per esprimere nel dualismo cromatico la lotta tra bene e male, che divide l'animo umano, manifestandosi in atti di estrema crudeltà, come la crocifissione. Scrive G. Auneddu: In tutta la sua opera dipinta e disegnata o incisa, il senso della durata del tempo della figurazione è sempre implicito nel gesto pittorico che ne sostanzia e tiene forte la vivezza e la drammaticità della luce e della materia che ne è intrisa, [...] con un atto comunicativo davvero alto, che è comunque emozione e sentimento.
Nato a Torino nel 1930, Piero Ruggeri frequenta l'Accademia Albertina, seguendo i corsi di pittura di E. Paulucci e quelli di incisione di M. Calandri. Riceve il suo primo invito alla Biennale di Venezia nel 1956, ne seguiranno altri nel 1958, nel '62 e poi nel '78. Nel 1964 partecipa all'esperienza di Rodello, che vede alcuni giovani artisti dedicarsi all'arte sacra.
Anche quando, negli anni successivi, si affacciano sulla scena artistica le istanze concettuali, in Italia l'Arte Povera del 1966, Ruggeri prosegue la sua ricerca all'insegna della pittura, che rivendica quale propria cifra stilistica. Scrive P. Fossati: Un compito Ruggeri sembra esserselo dato, quello di affermare [...] la pittura.

Bibliografia

Immagini

Pittura

Le Fabbriche del vento I - IICristo invita alla sua mensaCeramiche Cascina San CassianoLa gloria dei Santi tutelari di Alba Il rapimento di Elia Il Battesimo di Gesù San Giobbe Natività di Gesù Bambino Lo sposalizio della Vergine Battesimo di Gesù Il Martirio di S. Caterina di Alessandria La Madonna addolorata Cristo morto e cinque SantiElia destato e nutrito dall'angeloS. Elia profeta e S. Eliseo in adorazione della Ss. Vergine del CarmeloL'olocausto di EliaLa Madonna con bambino e i Santi Filippo Neri e GratoLa Sacra FamigliaSan Giuseppe e San Rocco in adorazione del SS. SacramentoLa gloria di San Lorenzo martireIl miracolo di San Teobaldo Padre EternoLa Maddalena I SS. Tutelari di Alba intervengono per proteggere la città assediata La gloria della beata Margherita di SavoiaConcertinoLa ResurrezioneLa Crocifissione Cristo e la luce L'Immacolata di Bruno SandriL'Immacolata di Giorgio RamellaVia CrucisLa Vergine incoronata Madonna del Carmine e S. Simone Stock Episodi della vita di S. Martino I quattro EvangelistiLa Gloria di S. Andrea S. Pietro a Cherasco Manifesto XXV Fiera Tartufo di Alba L'Anticamera della morte Antiluna La Grande Peur Lo spazio incredulo dei dissimmetrici La Notte etrusca Caverna dell'antimateria Le mosche Opere della parrocchia SS. Pietro e Paolo La Vergine immacolata S. Francesco di Sales San Francesco riceve le stigmate La visione del crocifisso a S. Francesco Episodi Biblici con AngeliGloria del Cristo ReMadonna delle GrazieEpisodi della vita di San LorenzoDecorazione delle pareti interneCappella del BaroloLa CroceDeposizioneMadonna con Bambino e SantiSan BovoSacra FamigliaRegina degli apostoliIl primato di PietroDivin Maestro in atto docenteSposalizio mistico di Santa Caterina Madonna in adorazione del BambinoSan Francesco stigmatizzatoMadonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'AltareAdorazione del Bambino e SantiAdorazione dei pastoriL'IncoronataAndrea NovelliRitratto di Cavaliere di MaltaMadonna con Bambino e quattro Angeli - tritticoMadonna con Bambino in tronoMadonna in trono con Bambino ed angeliAutoritrattoMadonna con Bambino in trono e Santi Madonna con BambinoMadonna con il Bambino in trono

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e
f
g
h
i
j
k
l m n o p
q
r s
t
u
v
w
x
y
z