Concertino

Alba, Palazzo Comunale, Sala Consiglio

AUTORE
Preti Mattia

SOGGETTO
Concertino

DATAZIONE
1630 circa

UBICAZIONE ATTUALE
Alba, Palazzo Comunale, Sala Consiglio

PROVENIENZA
Collezione dei marchesi Falletti di Barolo

TECNICA
olio su tela

La sala consiliare del comune di Alba espone importanti opere artistiche, certamente tra le più pregevoli custodite dalla città, quali un dipinto del Macrino d'Alba e il quadro di Mattia Preti. La tela del Preti proviene con buona probabilità dalla collezione dei marchesi Falletti di Barolo, in particolare venne acquistata da Giulia Colbert, moglie di Tancredi Falletti di Barolo, che insieme al marito aveva costituito un'importante collezione d'arte, parte della quale è ora alla Galleria Sabauda di Torino.
Il soggetto raffigurato rappresenta un'allegoria della musica, sono ritratti una donna che suona il clavicembalo, cui si affiancano ai lati due fanciulli: il primo legge il foglio pentagrammato, il secondo canta. La dimensione domestica viene descritta attraverso pochi elementi compositivi, due soli complementi d'arredo, il clavicembalo e uno sgabello.
L'artista, infatti, non si sofferma sull'ambientazione, ma concentra l'attenzione sulla costruzione delle figure; ritrae i tre personaggi raccolti in concentrazione attorno allo strumento musicale, immersi nella penombra e lambiti da una calda luce, che arriva dall'alto ad illuminarne i volti. L'immagine dipinta pare costruita su una diagonale ed è ripresa dal basso verso l'alto.
La monocromia dei toni bruni, che caratterizza l'opera, è spezzata da alcuni tocchi di bianco, il pantalone del fanciullo in primo piano, il copricapo orientale e la camicia indossati dalla donna e i fogli pentagrammati.
La paternità del dipinto è stata attribuita al Preti da Roberto Longhi nel 1943, che ritenne la tela un'opera giovanile, per le affinità con i primi lavori dell'artista, analoghi per soggetto e per modalità stilistiche. Nei primi quadri l'autore mantiene, infatti, una dimensione introspettiva, legata al caravaggismo, soprattutto nell'impaginazione dell'opera e nell'uso della luce, per poi sfociare, nel corso degli anni, in una dimensione magniloquente. Il suo stile segue il rinnovamento pittorico in atto in questo periodo, che dall'influenza di Caravaggio slitta verso la magniloquenza della pittura barocca, che avrà come capitale Roma.
Mattia Preti nasce a Taverna nel 1613. All'età di diciassette anni lascia definitivamente la città natale per trasferirsi a Roma, dove lavora il fratello maggiore Gregorio. Non si hanno notizie certe sulla sua formazione, perché la fase iniziale della sua attività è poco documentata, anche se pare attendibile il suo alunnato presso il Guercino. Proprio a Roma entra in contatto con la pittura di Caravaggio e dei caravaggisti e si dedica allo studio del disegno. Dal 1656 al 1660 soggiorna a Napoli e durante questi anni realizza numerose opere, dalle tele agli affreschi, definendo il suo stile in modo più personale all'interno di un realismo figurativo. Nel 1661 si trasferisce a Malta, dove viene ricevuto Cavaliere di Grazia dell'Ordine Gerosolimitano e qui trascorre il resto dei suoi anni, lavorando alle numerose commissioni di tele per le chiese dell'isola, fino alla morte avvenuta nel 1699.

 

Il “Concertino” di Mattia Preti (1613-1699) ospitato nella sala consigliare “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba è partito per Roma giovedì 22 ottobre 2015. Nella capitale sarà esposto in prestito all’interno della mostra "Mattia Preti: un giovane nella Roma dopo Caravaggio" ideata da Vittorio Sgarbi e dal curatore, Giorgio Leone, all’interno  della Galleria Nazionale d'Arte Antica in Palazzo Corsini dal 28 ottobre 2015 al 18 gennaio 2016.

Bibliografia

Immagini

Pittura

Le Fabbriche del vento I - IICristo invita alla sua mensaCeramiche Cascina San CassianoLa gloria dei Santi tutelari di Alba Il rapimento di Elia Il Battesimo di Gesù San Giobbe Natività di Gesù Bambino Lo sposalizio della Vergine Battesimo di Gesù Il Martirio di S. Caterina di Alessandria La Madonna addolorata Cristo morto e cinque SantiElia destato e nutrito dall'angeloS. Elia profeta e S. Eliseo in adorazione della Ss. Vergine del CarmeloL'olocausto di EliaLa Madonna con bambino e i Santi Filippo Neri e GratoLa Sacra FamigliaSan Giuseppe e San Rocco in adorazione del SS. SacramentoLa gloria di San Lorenzo martireIl miracolo di San Teobaldo Padre EternoLa Maddalena I SS. Tutelari di Alba intervengono per proteggere la città assediata La gloria della beata Margherita di SavoiaConcertinoLa ResurrezioneLa Crocifissione Cristo e la luce L'Immacolata di Bruno SandriL'Immacolata di Giorgio RamellaVia CrucisLa Vergine incoronata Madonna del Carmine e S. Simone Stock Episodi della vita di S. Martino I quattro EvangelistiLa Gloria di S. Andrea S. Pietro a Cherasco Manifesto XXV Fiera Tartufo di Alba L'Anticamera della morte Antiluna La Grande Peur Lo spazio incredulo dei dissimmetrici La Notte etrusca Caverna dell'antimateria Le mosche Opere della parrocchia SS. Pietro e Paolo La Vergine immacolata S. Francesco di Sales San Francesco riceve le stigmate La visione del crocifisso a S. Francesco Episodi Biblici con AngeliGloria del Cristo ReMadonna delle GrazieEpisodi della vita di San LorenzoDecorazione delle pareti interneCappella del BaroloLa CroceDeposizioneMadonna con Bambino e SantiSan BovoSacra FamigliaRegina degli apostoliIl primato di PietroDivin Maestro in atto docenteSposalizio mistico di Santa Caterina Madonna in adorazione del BambinoSan Francesco stigmatizzatoMadonna in adorazione del Bambino con angeli - Pala d'AltareAdorazione del Bambino e SantiAdorazione dei pastoriL'IncoronataAndrea NovelliRitratto di Cavaliere di MaltaMadonna con Bambino e quattro Angeli - tritticoMadonna con Bambino in tronoMadonna in trono con Bambino ed angeliAutoritrattoMadonna con Bambino in trono e Santi Madonna con BambinoMadonna con il Bambino in trono

Ricerca nella sezione

Ricerca avanzata

cerca in ordine alfabetico

a b c d e
f
g
h
i
j
k
l m n o p
q
r s
t
u
v
w
x
y
z