Home News & eventi • Sostieni il Centro Studi "Beppe Fenoglio"

Sostieni il Centro Studi "Beppe Fenoglio"

Per diventare soci sostenitori è necessario sottoscrivere una o più quote contributive, ciascuna fissata in euro 1.000,00, nonché la quota sociale di euro 250,00 (nel caso di sottoscrizione di una quota multipla, la quota sociale resta fissata in € 250,00).

Per diventare soci ordinari è necessario versare la sola quota sociale annuale di euro 250,00.

Le quote devono essere versate entro il 31 marzo di ogni anno.

Per recedere dall’Associazione occorre darne motivata comunicazione scritta entro il 30 giugno a valere per l'anno successivo.

E' possibile inoltre sostenere l'Associazione anche attraverso una donazione o destinando il 5x1000 dell’Irpef indicando sui modelli di dichiarazione il codice fiscale 90036020049.

Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria del Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura “Beppe Fenoglio” al numero 0173 364623 info@centrostudibeppefenoglio.it

L'associazione Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura “Beppe Fenoglio” o.n.l.u.s è stata costituita nel 2003 ed ha sede ad Alba, in piazza Rossetti 2, nella “Casa Mulassano”, dove lo scrittore Beppe Fenoglio abitò e compose la maggior parte delle sue opere. 

L’Associazione opera sul territorio della Regione Piemonte, non ha fini di lucro e si propone principalmente di raccogliere, conservare e rendere fruibile il materiale documentario riguardante la vita e l’attività di Beppe Fenoglio, favorendo lo studio della sua attività letteraria. Il Centro raccoglie inoltre archivi e documenti storici, promuove mostre, incontri con scuole e studiosi e manifestazioni sulla letteratura, sulla storia, sull’arte e sulla cultura del territorio.

La sede ospita un interessante museo disposto su tre piani. Sono esposte le fotografie dello scrittore Beppe Fenoglio scattate dall’amico e fotografo Aldo Agnelli e, racchiuse in una teca, le armi del partigiano e scrittore, descritte nelle opere fenogliane e consegnate al Centro Studi dalla figlia Margherita, attuale Presidente.

Sono inoltre conservati cimeli e pregevoli opere dell’artista Pinot Gallizio e altro materiale riguardante l’arte, la storia, il folclore e la letteratura.

Immagini

Ricerca nella sezione