MIROGLIO Carlo

1922 - 2015 Industriale tessile e dell’abbigliamento - Medaglia d'Oro della città di Alba 2002

Nasce ad Alba da Giuseppe ed Elena Viglino, l’11 ottobre 1922, l’industriale albese Carlo Miroglio, Presidente del Gruppo Miroglio, a cui sono riconosciute non comuni capacità imprenditoriali che hanno trasformato, nel secondo dopoguerra e negli anni successivi la Città di Alba ed il suo territorio, da un borgo rurale e commerciale, nella zona più industriale e sviluppata del cuneese e fra le prime in Piemonte e in Italia.
Alla fine del 1945, a fianco del padre, il comm. Giuseppe Miroglio, ed al fratello Franco, iniziò l’attività in proprio di un primo stabilimento per la tessitura di sete e fibre artificiali con 50 telai, che salirono a 150 già nell’anno successivo.
Nel 1949 viene costruita una nuova tessitura alla periferia della città di Alba che inizia la fase di crescita esponenziale del gruppo e da parte del rag. Carlo Miroglio, l’assunzione di importanti responsabilità direzionali, diventando Presidente delle Tessiture Miroglio S.p.A. nel 1954 e Presidente della Società Vestebene, la nuova divisione di abbigliamento femminile, nel 1955.
Nel 1955 viene fondato l’Asilo Miroglio per i bambini dei dipendenti e costruito il Villaggio Miroglio, alloggi per dipendenti e loro famiglie; complessivamente vengono costruiti 324 appartamenti in locazione e 90 appartamenti a riscatto a condizioni estremamente favorevoli.
Negli anni Sessanta vengono costruiti numerosi stabilimenti di produzione nell’albese e nelle Langhe e nel 1971 nasce il Gruppo Tessile Miroglio con la fusione delle varie società industriali e commerciali della famiglia Miroglio, un gruppo con oltre 3.300 dipendenti ed un fatturato di trenta miliardi di Lire, pronto per la conquista dei mercati europei e mondiali.
Nel 1973 nasce la Fondazione “Opera Elena Miroglio”, con tre scopi principali: intervenire a favore dei dipendenti e dei loro famigliari in casi di necessità portati da gravi malattie o da infortuni sul lavoro, organizzare colonie e elargire borse di studio per i figli dei dipendenti.
Gli anni Settanta sono caratterizzati dalla costruzione di nuovi stabilimenti di confezione ed il gruppo raggiunge nel 1978 i 4.300 dipendenti e tocca i cento miliardi di fatturato.
Gli anni Ottanta sono stati caratterizzati dalla costruzione di stabilimenti all’estero, attività che prosegue tutt’ora ed il Gruppo, di cui mantiene la presidenza, raggiunge nel 2002 i 6.900 dipendenti, con un fatturato di 825 milioni di Euro.
Il rag. Carlo Miroglio è stato anche Consigliere comunale della Città di Alba dal 1960 al 1970 ed ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti come il premio “Amici di Alba” dalla Famija Albèisa, il premio “Benemerito del lavoro e del progresso economico e sociale” dalla Camera di Commercio di Cuneo, la “Medaglia d’Oro” dell’Unione Industriale di Cuneo.
Nel maggio 2011 ha lasciato la Presidenza del gruppo tessile Miroglio diventandone Presidente Onorario; presidente del Gruppo è stato nominato, dall'Assemblea degli azionisti, Carlo Callieri.

8 ottobre 2002

Medaglia d'oro della città di Alba

Nello sviluppo industriale della città di Alba la figura di don Gianolio assume una rilevanza particolare per la preparazione professionale di addetti alle industrie albesi, in modo particolare per i settori industriali e dell’abbigliamento.
Per formare maestranze idonee ed efficienti istituì, nel 1958, la scuola professionale INAPLI di cui fu il direttore fino al 1990.
Per questa sua importante attività di educatore la Città di Alba, sindaco Maurizio Marello, con deliberazione n. 304 del 28 luglio 2010, gli ha conferito la Medaglia d’Oro della città di Alba che gli è stata consegnata alla memoria, essendo deceduto il 23 luglio 2010 mentre era in corso l’iter per il riconoscimento.

Ricerca nella sezione

cerca in ordine alfabetico

a
b c
d
e
f g
h
i
j
k
l
m
n
o
p
q
r
s
t
u
v
w
x
y
z