CHIAMPO Guido

1892 - 1958 Avvocato

Guido Chiampo nasce ad Alba il 26 maggio 1892, da una famiglia della borghesia che già nella seconda metà dell'Ottocento aveva dato consiglieri comunali al Municipio; esercitò l'attività di avvocato avendo lo studio nella casa di proprietà della famiglia, all'angolo tra le attuali via Umberto Sacco e via Roma. Svolse la sua attività professionale con passione e con particolari apprezzamenti, era considerato uno dei migliori penalisti della nostra provincia negli anni '40 e '50. Per le sue idee antifasciste venne a contatto con un movimento di idee particolarmente diffuso fra Torino e la provincia di Cuneo, che annoverava fra i suoi esponenti Domenico Riccardo Peretti Griva, magistrato che sarebbe poi diventato, nel primo dopoguerra, primo presidente della Corte d'Appello di Torino, Paolo Greco, Duccio Galimberti, Alessandro Galante Garrone, Cornelio Brosio e Livio Bianco; a questo movimento, che venne chiamato "Giustizia e Libertà", Chiampo diede la sua adesione partecipando alle riunioni antifasciste che si svolgevano già ad Alba nell'agosto del 1943. Dopo l'8 settembre, quando i tedeschi occuparono la caserma della città, l'avvocato Chiampo riuniva nella sua abitazione esponenti antifascisti per decidere gli aiuti da dare agli sbandati dell'esercito e per consentire loro le più opportune dislocazioni.
Gli esponenti politici di "Giustizia e Libertà" diedero poi vita al partito d'Azione che teneva i contatti nell'albese con l'avvocato Chiampo e, quando nel periodo dei ventitré giorni della libera repubblica di Alba, si costituì il CLN, l'avvocato Chiampo fu chiamato a rappresentare il partito d'Azione.
Partecipò attivamente all'attività clandestina del CLN ed alla liberazione di Alba, avvenuta il 26 aprile 1945, il CLN si trasformò in Giunta esecutiva con Bubbio sindaco e gli avvocati Chiampo e Roberto vicesindaci; l'avvocato Chiampo volle immediatamente che si procedesse alla nomina del Tribunale Straordinario di Guerra per sottoporre a processo tutti i maggiori responsabili dei delitti compiuti dal presidio di Alba; fece quindi parte della Consulta comunale e della Deputazione provinciale di Cuneo.
Alle prime elezioni amministrative del 24 marzo 1946, fu eletto nella lista del Fronte Nazionale Democratico Progressista del Lavoro, formata dai partiti socialista, comunista e d'Azione, conseguendo il maggior numero di preferenze ed intervenendo alla prima seduta del Consiglio comunale, salutò il vecchio istituto che risorgeva per volontà del popolo e che non si era piegato alla prepotenza del passato regime; pur facendo parte della Lista di Opposizione, diede sempre il suo contributo e si adoperò perché in quel primo consiglio le decisioni venissero assunte con la maggioranza più ampia possibile e con il fattivo contributo dell'opposizione; quando l'avvocato Bubbio rassegnò le dimissioni da sindaco per i suoi impegni parlamentari, l'avvocato Roberto propose la candidatura a sindaco dell'avvocato Chiampo che, nel frattempo, aveva aderito al Partito Social Democratico fondato dall'onorevole Saragat dopo la scissione socialista di Palazzo Barberini, ma la proposta non venne accolta dalla maggioranza.
L'avvocato Guido Chiampo fu rieletto in Consiglio comunale nel 1951 e nel 1956 e fu candidato anche alle elezioni provinciali ed a quelle politiche. Morì ad Alba il 23 dicembre 1958, Consigliere comunale in carica.

Immagini

Albesi nella toponomastica

ABBADO MichelangeloABRATE AlbertoALFIERI di Sostegno AdeleAMBROGIO Fratelli Lorenzo, Vincenzo, GiovanniAMERIO FERRERO OttaviaBELLI PierinoBERTERO CarloBIGLINO CarloBOSIO FerdinandoBRESSANO GiuseppeBUBBIO TeodoroBUSCA GiorgioCAGNASSO OsvaldoCALISSANO TeobaldoCAVAZZA DomizioCENCIO CarloCENTRO FrancoCERRATO PaoloCHIAMPO GuidoCILLARIO FERRERO PieraCOCITO LeonardoCOLBERT FALLETTI GiuliaCOMO AlerinoCOPPA FASSETTI AntonioCOPPINO MicheleCORINO AngeloDACOMO AugustoDALMASSO GiovanniDAZIANO GiovanniDEGIACOMI LucianoDELL'OLIO GiuseppeDELPIANO CesareEUSEBIO FedericoFAVRO BERTRANDO FeliceFENOGLIO BeppeFERRERO GiovanniFERRERO PietroFINATI FedeleGALLINA OresteGALLIZIO Pinot (Giuseppe)GARDINI Francesco GiuseppeGARELLI FrancoGASTALDI ItaloGAZANO Michele AntonioGIACOSA VincenzoGIOELLI FerdinandoGIOVANNONI CletoGIRAUDI Pietro PaoloGIROTTI GiuseppeGOVONE GiuseppeGUERRIERI di MIRAFIORI Alberto EmanueleLONGHI Roberto Ermanno GiuseppeMACRINO D'ALBA (De Alladio Gian Giacomo)MANDELLI GiacomoMANZO AugustoMARGHERITA DI SAVOIA ACAIA - Marchesa di Monferrato MARTINI SILVANO VeraMASERA PieroMAZZA Armando LeopoldoMERMET AlessandroMIROGLIO GiuseppeMORRA GiacomoPARRUZZA LuigiPERTINACE Publio ElvioPIERONI GiuseppePIO CesarePRANDI VincenzoPRUNOTTO Urbano BenignoRATTI RenatoRAVA GiovanniRAVINA Iacopo AmedeoROBALDO VitaleROBERTO RiccardoROCCA Gino (Giuseppe Igino)ROSSANO PietroROSSETTI Pietro, Sebastiano ROSSO Anna RUBINO Giovanni Battista SACCO UmbertoSACERDOTE GuidoSANNINO Francesco AntonioSCAGLIOLA RomanoSCAGLIONE DarioSTOPPA CarloSTROPPIANA Giovanni Edmondo Suor MERLO TeclaTERZOLO RiccardoTOPPINO SandroTORCHIO LorenzoTORTA MORO-LIN MariannaTRAVERSO Giovanni Battista VARDA GiovanniVERNAZZA GiuseppeVICO Giovanni VIDA Marco Gerolamo VIGLINO Mario

Ricerca nella sezione

cerca in ordine alfabetico

a b c d e f g
h
i
j
k
l m
n
o
p
q
r s t
u
v
w
x
y
z